Le sette meraviglie della Wild Atlantic Way

LE SETTE MERAVIGLIE DELLA WILD ATLANTIC WAY - Dall'estremità sferzata dai venti di Malin Head al tranquillo porto di Kinsale, vi facciamo viaggiare attraverso la natura imponente e aspra della costa occidentale dell'Irlanda. Sette meraviglie da scoprire lungo la Wild Atlantic Way, un meraviglioso itinerario on the road tra scogliere da brivido frustate dalle onde atlantiche, spiagge nascoste, villaggi tradizionali. Una occasione unica per vivere le autentiche atmosfere d’Irlanda.
Come noleggiare un’auto? Una volta arrivati a Dublino, Cork o Belfast (i principali punti d'accesso in Irlanda), bastano un documento d’identità, la patente di guida e una carta di credito. L’auto si può ritirare e restituire agli uffici che risiedono negli aeroporti o ai terminal dei traghetti. Se viaggiate con i bambini, chiedete in anticipo i seggiolini. E ovviamente attenzione: si guida a sinistra della carreggiata!

Per informazioni sull'Irlanda, www.irlanda.com, il sito web dell'ente del turismo irlandese, che ci ha fornito le splendide immagini di questa gallery. Pronti a partire?
 

1. Cliffs of Moher, Contea Di Clare

1. CLIFFS OF MOHER, CONTEA DI CLARE - Le onde dell’atlantico si infrangono su rocce alte fino a 200 metri, a picco sul mare. Le scogliere più famose della contea di Clare regalano scorci mozzafiato. 
Cosa fare nei dintorni?
Non lontano dalle Cliff of Moher si estende il Parco nazionale del Burren, paradiso delle formazioni calcaree carsiche. Guidando lungo la costa, vale la pena fermarsi a Doolin, villaggio famoso per la sua musica. Per spingersi ancora di più verso l’Atlantico, si raggiunge in auto o in bicicletta il Loop Head, promontorio fantastico per gli avvistamenti di delfini e balene.
 

2. Le isole

2. LE ISOLE - Eccezionali, accoglienti e immerse nella cultura tradizionale. Sulle isole d’Irlanda si possono godere paesaggi unici, forti della preistoria, comunità gaeliche. Achill, nella contea di Mayo, e Valentia, nella contea di Kerry; oppure perle sperdute come Inishmurray, al largo della contea di Sligo, e le isole Blasket, al largo della contea di Kerry. 
Da non perdere
Esperienza con brivido. Si prende la funivia per raggiungere Dursey Island nel West Cork, dove si contano solo tre residenti. Acque cristalline bagnano spiagge sperdute a Inishturk, Contea di Mayo. Se ami la cultura irlandese ci si può cimentare con il gaelico a Cape Clear, nella Contea di Cork, oppure a Tory, nella Contea di Donegal. 

3. Skellig Michael, Contea di Kerry

3. SKELLIG MICHAEL, CONTEA DI KERRY - Sorge a oltre 11 km al largo della penisola di Iveragh nella Contea di Kerry: è un’isola rocciosa frastagliata protetta dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Vicino alla sua sommità, diversi rifugi a nido d’ape compongono un sito monastico risalente al VI secolo, da cui si può godere di un panorama unico della costa irlandese.
 
Come in Star Wars
Storia, leggenda e un paesaggio mozzafiato si ritrovano in questo luogo selvaggio e monumentale. Qui non ci sono strutture e servizi e le imbarcazioni per raggiungere l’isola e seguirne il periplo sono disponibili da maggio a ottobre.
 
Cosa fare nei dintorni?
Il Ring of Kerry è il famoso anello che gira attorno alla penisola di Iveragh e alla penisola di Dingle, ed è famoso per i suoi piatti di pesce, per il promontorio di Slea Head e per il celebre delfino Fungie.

4. Downpatrick Head, Contea di Mayo

4. DOWNPATRICK HEAD, CONTEA DI MAYO - È uno dei luoghi più maestosi d’Irlanda. A Ballycastle, nella contea di Mayo, si apre una vista mozzafiato sul faraglione di Dùn Briste (in gaelico “forte distrutto”). Si pensa che questo pezzo di roccia si sia distaccato dalla terraferma nel 1393.
 
Cosa fare nei dintorni?
Si possono visitare le coltivazioni con i muri di pietra più antichi al mondo a Céide Fields; ammirare gli Staggs of Broadhaven, una serie di cinque isole rocciose al largo di Benwee Head nella contea di Mayo; passeggiare sulla penisola di Mullaghmore a Sligo, dove i surfisti provano a cavalcare grandi onde, soprattutto in inverno.

5. Old Head of Kinsale, Contea di Cork

5. OLD HEAD OF KINSALE, CONTEA DI CORK - Guidando sulla Heaven coast si raggiunge questo suggestive promontorio proteso dalla costa del West Cork verso l’Atlantico per circa 3 chilometri. È una delle più impressionanti formazioni geografiche irlandesi. Si può camminare per 6 chilometri intorno al promontorio, ammirando l’oceano che lo circonda e ascoltando dalla gente affascinanti storie di mare. Forse la più nota è l’affondamento del transatlantico Lusitania, silurato da un sommergibile tedesco proprio al largo di Old Head. Oggi in prossimità di quel punto svetta dall’acqua un faro alto 30 metri che guida le navi in sicurezza nel porto di Kinsale.
 
Cosa fare nei dintorni?
Si può visitare Kinsale con i suoi shop per buongustai, i pub, le botteghe artigiane. Oppure fare una visita al Charles Fort, risalente al XVII secolo. Un’occasione per una passeggiata è anche il villaggio di Clonakilty, con i suoi negozi colorati e i suoi ristoranti.

6. Killary Harbour, Contea di Galway

6. KILLARY HARBOUR, CONTEA DI GALWAY - Guidando sulla Bay Coast si arriva alla regione selvaggia del Connemara. Killary Harbour è uno stretto di mare che si spinge per 16 chilometri all’interno del territorio irlandese, e termina sotto le Aasleagh Falls, offendo uno dei più spettacolari paesaggi d’Irlanda. A Killary si può andare su una splendida strada del XIX secolo: la Green Road abbraccia la costa sopra il fiordo e offre un panorama on the road meraviglioso.
 
Cosa fare nei dintorni?
Si può guidare fino a Westport attraverso la Doolough Valley, incastonata tra le montagne del Connemara. Si possono visitare i fascinosi villaggi di Cleggan, Clifden, Letterfrack e Roundstone; e infine, raggiungere Kylemore Abbey, una abbazia benedettina che si specchia nelle acque del lago ed è circondata da una tenuta.

7. Malin Head, Contea di Donegal

7. MALIN HEAD, CONTEA DI DONEGAL - Si guida sulle strade delle Northern Headands, verso terre davvero estreme. Nel punto più a nord d’Irlanda si entra in una natura selvaggia che spesso riusciamo solo a immaginare: formazioni di roccia incredibili e antiche rovine, fino a enormi dune di sabbia. Spingendosi sull’estremo lembo di Malin Head, nei mesi invernali si può ammirare anche il fenomeno spettacolare dell’aurora boreale. Da non perdere il tragitto verso il Banba’s Crown, una torre costruita su un costone di roccia. La torre risale al 1805 e anticipa il tratto dell’Hell’s Hole, un nome che si ispira al paesaggio romantico e terribile animato dalla forza delle onde atlantiche che si infrangono sulle scogliere.
Cosa fare nei dintorni?
Si può guidare verso sud per raggiungere le scogliere che attorniano Slieve League, tra le più alte d’Irlanda a picco sull’oceano. Oppure ci si può dirigere verso Belfast, sulla spettacolare Causeway Coastal Route. Vale la pena una sosta nel Doagh Famine Village, borgo suggestivo dalle atmmosfere ottocentesche.