A Roma non mancano le mostre, dai grandi classici alla fotografia fino all'arte contemporanea. Ecco la nostra selezione, seguendo l'ordine della data di chiusura delle esposizioni temporanee.

L'ordine in cui ve le proponiamo è cronologico, dalla prima a chiudere fino a quelle che, aprendo nel corso del mese, proseguono anche nelle settimane successive.​

1. Giacomo Matteotti. Vita e morte di un padre della democrazia
Museo di Roma a Palazzo Braschi, fino al 16 giugno
Per chi: riconosce il valore di un grande politico

Ripercorre la vita del leader socialista questa mostra originale che ne ripercorre la vicenda umana e politica in quattro sezioni che includono documenti originali, fotografie, manoscritti, oggetti, libri d’epoca, articoli di giornale, filmati e documentari. Dai primi passi nel partito socialista all’impegno politico nazionale, fino al sequestro per mano dei fascisti e all’uccisione.

Giacomo Matteotti. Vita e morte di un padre della democrazia
La mostra dedicata alla vita di Giacomo Matteotti

2. Ukiyoe. Il mondo fluttuante. Visioni dal Giappone
Museo di Roma a Palazzo Braschifino al 23 giugno
Per chi: è appassionato di Sol Levante

Sono circa 150 le opere esposte per questa grande mostra dedicata all'arte giapponese tra il Seicento e l'Ottocento. Filo conduttore il filone artistico dell'ukiyoe, parola giapponese che significa "immagini dal mondo fluttuante" e che include maestri come Utamaro, Hokusai e Hiroshige.

Ukiyoe. Il mondo fluttuante. Visioni dal Giappone

3. Donna in cucina con Cena di Emmaus Diego Velàzquez
Galleria Borghese, fino al 23 giugno
Per chi: vuole vedere un capolavoro

Un’occasione da non perdere per vedere dal vivo la prima opera conosciuta di Diego Velazquez proveniente dalla collezione permanente della National Gallery of Ireland e allestito nella Sala del Sileno che ospita i dipinti di Caravaggio. La mostra è pensata come un focus di ricerca che mette a confronto l’opera di due maestri assoluti del Barocco.

4. Raffaello, Tiziano, Rubens. Capolavori dalla Galleria Borghese a Palazzo Barberini
Gallerie Nazionali Barberini Corsini, fino al 30 giugno
Per chi: cerca i classici della storia dell’arte

Una collaborazione inedita tra Gallerie Nazionali di Arte Antica e Galleria Borghese per questa mostra che riunisce 50 capolavori. Oltre ai geniali pittori del titolo, non mancano ulteriori maestri dell’arte italiana come Sandro Botticelli, Giovanni Bellini, Antonello da Messina, Lucas Cranach, Paolo Veronese e molti altri in un percorso espositivo inebriante.

Raffaello, Tiziano, Rubens. Capolavori dalla Galleria Borghese a Palazzo Barberini
Amor Sacro e Amor Profano di Tiziano @ Galleria Borghese

5. Una movida Bàrbara di Ouka Leele
Museo di Roma in Trastevere, fino al 7 luglio
Per chi: ama la Spagna

Una lunga carriera quella dell’artista di Madrid Ouka Leele ora raccontata in una mostra che è sia un omaggio alla sua produzione artistica sia alla Spagna. Il percorso espositivo parte dalle fotografie della sua prima mostra dal titolo Peluqueria fino agli ultimi lavori nelle Asturie.

Una movida Bàrbara di Ouka Leele
Rana alucinada con mi pie ante vendedora de lechugas, impasible di Ouka Leele

6. Effetto notte: Nuovo realismo americano. Opere dalla collezione di Tony e Elham Salamé
Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini, fino al 14 luglio
Per chi: cerca artisti Made in Usa

Sono circa 150 le opere esposte per questa mostra curata da Massimiliano Gioni e Flaminia Gennari Santori. Tra gli artisti ospiti attivi negli Stati Uniti Cecily Brown, Urs Fischer, Cindy Sherman, Lorna Simpson e molti altri ancora i cui lavori si confrontano con la questione cruciale del realismo e della rappresentazione della verità.

7. Rara Avis. Moda in volo alle Uccelliere Farnesiane
Parco archeologico del Colosseo, fino al 21 luglio
Per chi: è appassionato di moda

Abiti e accessori, esempi unici di haute couture provenienti dagli archivi delle più celebri maison di moda al mondo esposti in uno dei luoghi simbolici della Roma rinascimentale e barocca. Meraviglie per gli occhi, indossate da dive e modelle, con una particolare attenzione per i dettagli con uccelli e una sezione ad hoc con gli accessori “aviari” di Anna Piaggi.

Rara Avis. Moda in volo alle Uccelliere Farnesiane
Thierry Mugler Haute Couture, primavera estate 1997, Les insectes

8. Filippo e Filippino Lippi. Ingegno e bizzarrie nell’arte del Rinascimento
Musei Capitolini, fino al 24 agosto
Per chi: vuole approfondire il talento di padre e figlio

Pittori e disegnatori di eccezionale talento, Filippo e Filippino sono protagonisti di questa mostra che propone una selezione di dipinti, disegni e documenti d’archivio. Molti i capolavori esposti provenienti da importanti collezioni come la Madonna Trivulzio del Castello Sforzesco di Milano e l’Annunciazione dei Musei Civici di San Gimignano.

Filippo e Filippino Lippi. Ingegno e bizzarrie nell’arte del Rinascimento
Ratto d'Europa, Filippino Lippi

9. Vincent Peters. Timeless Time
Palazzo Bonaparte, fino al 25 agosto
Per chi: è sempre alla moda

Li ha immortalati tutti: Monica Bellucci, Cameron Diaz, David Beckham, John Malkovich… Vincent Peters ha lavorato con moltissimi divi del cinema contribuendo alla loro popolarità. In mostra gli scatti realizzati tra il 2001 e il 2021, un viaggio nel divismo contemporaneo e nella moda elegante.

Vincent Peters. Timeless Time
John Malkovich di Vincent Peters

10. Elisabetta Benassi. Autoritratto al lavoro
Macro, fino al 25 agosto. Ingresso ridotto iscritti TCI
Per chi: vuole scoprire un’artista contemporanea

Prima grande mostra dedicata all’artista romana che, da sempre, lavora usando diversi linguaggi e mezzi espressivi. Il percorso espositivo, ideato sempre da Benassi, è un mise-en-scène con un sistema di architetture che valorizzano le sue opere e ne raccontano l’evoluzione.  

Elisabetta Benassi. Autoritratto al lavoro
Shadow work, Elisabetta Benassi - foto di Agnese Bedini DSL Studio

11. Mario Testino. A beautiful world
Palazzo Bonaparte, fino al 25 agosto
Per chi: vuole viaggiare con la fotografia

Sono circa 70 gli scatti esposti in questa mostra originale che racconta i viaggi di uno dei più importanti fotografi di moda del mondo. Dopo aver infatti viaggiato per realizzare centinaia di servizi di moda, Testino torna nei luoghi e immortala lo stile delle popolazioni di quei posti. Sono circa 30 i Paesi dei quali ha saputo raccontare, sempre con eleganza, la moda e le tradizioni.

Mario Testino. A beautiful world
Men of the Maasai, Kenya, 2023, Mario Testino

12. Julie Polidoro. Today is Yesterday’s Tomorrow
Dicastero per la cultura e l’educazione, Città del Vaticano, fino al 20 settembre
Per chi: è in cerca di sorprese

Per la prima volta il dicastero ospita una mostra all’interno dei suoi spazi e ha scelto la pittrice italo francese che presenta alcuni lavori cartografici e una serie di opere legate ai centri di detenzione, congiuntamente a una nuova serie di pitture raffiguranti dei cieli fortemente segnati dagli effetti del cambiamento climatico.

13. Colonne infinite di Park Eun Sun
Parco del Colosseo, Circo Massimo, Bocca della verità, fino al 30 settembre
Per chi: è appassionato di Corea

Per celebrare i 140 anni delle relazioni diplomatiche tra Italia e Corea, l’artista Park Eun Sun ha realizzato cinque monumentali opere d’arte scultoree che sono state allestite nei luoghi più rappresentativi della città. Un incontro di culture ed epoche suggestivo e ben riuscito.

Colonne infinite di Park Eun Sun
Colonne infinite di Park Eun Sun, foto di Nicola Gnesi per Istituto Culturale coreano in Italia

14. Retrofuturo. Appunti per una collezione
Macrofino al 30 settembre. Ingresso ridotto iscritti TCI
Per chi: cerca novità

Punta gli occhi sulle nuove generazioni la mostra al Macro che prevede un ampliamento della collezione dei contemporanei con nuove opere in mostra di Michela de Mattei, Chiara Enzo, Sara Leghissa e Gabriele Sili che vanno a unirsi a un folto gruppo molto interessante.

Retrofuturo. Appunti per una collezione